by admin admin Nessun commento

Puntata 107 – Bunker Night – 11 settembre | Fine dell’estate

Ascolta la puntata:

Questa sera ricorderemo i tremendi fatti dell’11 settembre del 2001 ad oggi che si ricordano i 20 anni. Le Twin Towers, New York, il mondo intero che da allora…non è più stato lo stesso.

Parleremo poi della fine dell’estate e delle ferie, il tutto in salsa di buona musica nel silenzio delle nostre notti, quindi buona serata, buona notte e a presto!

Seguiteci!

by admin admin Nessun commento

Gli 80 anni del maestro Riccardo Muti

Ha festeggiato il suo ottantesimo genetliaco, con alle spalle 50 anni di vita nel mondo della musica. Una carriera fra le più ricche e sfolgoranti che un direttore d’orchesta, un maestro del calibro di Muti, possa desiderare.


Non ha solo avuto per, passione per ‘le note’, ma per il pubblico che lo ha seguito ed applaudito per tutti questi ani, in giro per i più importanti teatri del mondo.

Il 28 luglio ha dunque festeggiato nella sua Ravenna, assieme alla moglie Maria Cristina Mazzavillani, al suo fianco dal 1969, i tre figli Chiara, Francesco, e Domenico, e i nipoti.

Il 29 ha poi fatto presenza al Quirinale ove ha diretto il concerto che ha aperto davanti al nostro Presidente della Repubblica Mattarella al G20 della Cultura, trasmesso sul primo canale Rai.
Il giorno dopo lo hanno festeggiato a Napoli il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella e l’Associazione Ex Allievi nella Sala Scarlatti.

Il giorno 31 aveva promesso di essersi recato e così ha fatto, a Scampia a dirigere i ragazzi della giovane orchestra del quartiere.

Finiti i festeggiamenti, il primo di agosto si è dedicato alle prove della Missa Solemnis op. 123 di Beethoven che poi porterà al festival di Salisburgo con i famosi Wiener Philarmoniker nell’ormai consueto appuntamento di Ferragosto.

Auguri Maestro!!!

by admin admin Nessun commento

Puntata 87 – Il ricordo di Raffaella Carrà | Giorgia Pozzi

Ascolta la puntata:

Radio Bunker oggi ricorda Raffaella Carrà, scomparsa dopo una malattia incurabile pochi giorni fa. Raffa, come era conosciuta dalla maggior parte degli italiani era la regina della TV italiana e chi ha vissuto fra gli anni ’60 e ’90 ha quasi sicuramente visto alcuni suoi programmi e conosce le sue canzoni.

Era certamente un’altra televisione quella che la Carrà ha vissuto e che ci ha trasmesso, fra balletti, programmi toccanti, canzoni emozionanti che ora fanno parte della storia artistica e televisiva italiana.

Dopo questo momento, passeremo ad intervistare Giorgia Pozzi, attrice dello spettacolo ‘I nomi di un gioco’ andato in onda al complesso del Seraphicum il 5 e il 6 luglio scorso.

Continuate a seguirci.