Puntata 179 – Le antiche tradizioni di Aprile | La ripartenza della Fondazione Giacomo Casanova

ASCOLTA LA PUNTATA

Ascolta la puntata:

04:25Le antiche tradizioni del mese di aprile 24:42La ripartenza della Fondazione Giacomo Casanova di Venezia

Oggi proseguiremo il nostro percorso attraverso le tradizioni dei mesi dell’anno e poi vi parleremo della ripartenza della Fondazione Giacomo Casanova di Venezia.

Attraverso la rubrica Bunker Almanac, vi porteremo a conoscere le antiche tradizioni del mese di aprile grazie alla preziosa collaborazione di Monica del progetto Calendario Pagano che ogni mese ci da questo appuntamento.

Continueremo poi verso la laguna veneziana dove sabato scorso lo staff di Radio Bunker era ospite della Fondazione Casanova per un incontro in cui sono state presentate le linee di ripartenza delle attività culturali della stessa.
Dopo i due anni di stop causa Covid, è ora di ricominciare e da oggi al 2025 saranno diverse e interessanti le attività che verranno create.

Ma vediamo chi è la ‘Fondazione Casanova’ citando il testo del sito ufficiale: La Fondazione è stata costituita il 3 agosto 2018 grazie all’iniziativa dell’imprenditore Carlo Parodi. Il 18 dicembre 2018 ha ottenuto il riconoscimento giuridico divenendo così la prima Fondazione riconosciuta al mondo dedicata a Giacomo Casanova. Dal luglio 2019 il controllo e la gestione della Fondazione è stata affidata ad una Partnership che fa riferimento al M° Luigi Pistore.

La Fondazione si pone l’obiettivo di valorizzare, conservare e promuovere il patrimonio artistico e culturale riconducibile a Giacomo Casanova e alla sua figura, al fine di riconoscere e rendere concreto il suo contributo alla cultura del diciottesimo secolo, diffondendone la conoscenza in ogni sua declinazione con particolare riferimento alla sua intensa attività di scrittore, poeta e filosofo.

La Fondazione ha sede legale in Osimo (Ancona), via Industria n.1 e principale sede operativa a Venezia presso Palazzo Zaguri, Campo San Maurizio, 2668. Dopo la sua costituzione sono state istituite le sedi secondarie di Roma, presso il Teatro Santa Chiara al Pantheon, e del Friuli Venezia Giulia presso il Castello di Spessa (Gorizia).

Nelle attività future interverrà anche l’Accademia Giacomo Casanova: Grazie ad un accordo tra le parti dal 2019 la Fondazione accoglie al suo interno l’attività dell’Accademia G. Casanova di Venezia iniziata nel 2015. La Fondazione e l’Accademia mirano a diffondere i valori e gli ideali culturali del Settecento attraverso le varie forme d’arte allargandone le prospettive ad una visione strategica e condivisa. In tal senso si cercherà di evidenziarne una comune condivisione creando un luogo ideale dove letterati, artisti e studiosi possano incontrarsi e confrontarsi nel nome di Casanova unendo perciò saperi e competenze diversi in un nuovo clima di fervore culturale.

Il binomio Fondazione-Accademia vuole aprire una nuova era nell’ambito del casanovismo guardando al 2025, anno in cui si celebrerà il 300° anniversario della nascita del grande veneziano.

Il modello organizzativo proposto per la Fondazione, pensato quindi in senso strategico, vuole essere efficiente sul fronte dell’articolazione degli interventi, privilegiando iniziative sistematiche e durature rispetto a quelle occasionali per dare alle azioni realizzate un alto valore aggiunto e soprattutto un ritorno in termini di risultati. Perciò in linea con le politiche culturali e di valorizzazione del patrimonio casanoviano, la Fondazione favorirà, oltre che con l’Accademia anche la collaborazione con altre associazioni e/o enti pubblici e privati, per una “partecipazione condivisa” aperta a studiosi e appassionati da tutto il mondo.

All’incontro ha partecipato anche Giacomo Casanova, interpretato per l’occasione dall’artista, performer e Gran Cerimoniere del Carnevale di Venezia.

Seguiteci!

INFO

Pagina Facebook di Calendario Pagano

Sito web della Fondazione Giacomo Casanova

Pagina Facebook del Principe Maurice

Partecipa alla discussione