Verde Grazzano: Emozioni firmate al Parco del Castello di Grazzano Visconti

“Verde Grazzano 2023 (la sesta edizione): più che una mostra, un’esperienza! Per chi la natura l’ama e non si limitata a guardarla”. É lo slogan con la quale veniva annunciata a giugno la nuova edizione di Verde Grazzano (nel Parco del Castello di Grazzano Visconti, dal 22 al 24 settembre). Quando mancano ormai pochi giorni all’atteso appuntamento green, va detto che quello slogan si è effettivamente tradotto in realtà. Di certo le originali e diverse proposte di questa nuova edizione della tradizionale mostra mercato del giardinaggio di qualità spaziano sui più diversi interessi. Tutti intorno alla conferma di raffrontarsi con giardino, orto ambiente in un modo più responsabile e più accorto.

Certo a Verde Grazzano non mancano gli incontri con i titolari di alcune delle aziende florovivaistiche più avanzate del Paese. Che offrono, con i loro prodotti da comprare per arricchire il giardino e l’orto di casa, anche suggerimenti, idee, sinergie innovative. Ma, oltre a questo, Verde Grazzano cala alcuni “plus” che rendono questa manifestazione settembrina unica nel panorama italiano.

Il contesto innanzitutto: il borgo, il castello immerso in un mare di verde che l’imminenza dell’autunno pennella di oro e rosso. Poi la novità del Teatro appena restaurato e reso disponibile come sede di incontri e confronti. Ma soprattutto per il fittissimo calendario di eventi che non possono non intrigare chi, senza giungere alle vette ideologiche di Henry David Thoreau, vuole sentirsi parte della natura, ospite e non sopraffattore. Guidata da esperti, tra i maggiori oggi in campo non solo in Italia, si va alla scoperta vera delle api, delle piante selvatiche eccellenti sui nostri piatti e, per contro, delle piante carnivore; si possono mettere le mani in pasta per creare i propri vasi di terra cruda. O realizzare decori con i fiori appassiti, come sapevano ben fare le nonne delle nostre nonne, scoprire la perfetta armonia e semplicità dell’arte giapponese del Kokedama, o attrezzarci di conoscenze ed esperienze per rendere felici le piante grasse e succulente che sopravvivono a casa, o imparare a crearci, o perlomeno curare, i nostri bonsai. La stessa serenità che certe signore affermano di trovare nel lavorare all’uncinetto, la si può sicuramente sperimentare nell’intrecciare il giunco. Così come è un’emozione focalizzare il proprio sguardo per impratichirsi a scoprire la biodiversità che la natura sa esprimere anche in quelli che a noi appaiono come sterpaglie o brani infelici del Pianeta. O fermarsi ad ammirare l’abilità e la destrezza di chi, come un moderno Tarzan, vola tra gli alberi più alti. Oppure, esperienza davvero inusuale, lasciare chiacchiere e cellulare, per ascoltare i suoni della natura.

Tutto questo, e molto altro, a Verde Grazzano, a Grazzano Visconti dal 22 al 24 settembre. Orari, protagonisti, opportunità, condizioni si possono consultare preventivamente sul sito della manifestazione: https://www.verdegrazzano.it/

Chiunque può così crearsi una visita esperienziale e su misura, sulla base delle proprie curiosità e sensibilità, prenotando ciò che si desidera fare, per essere certi di trovare perfetta accoglienza e godere appieno di esperienze che saranno indimenticabili.



Partecipa alla discussione