Verde Grazzano: conferme e novità in mostra al Parco del Castello di Grazzano Visconti

Nessuna pausa estiva per gli organizzatori di Verde Grazzano: l’obiettivo è offrire, dal 22 al 24 settembre nel Parco del Castello di Grazzano Visconti, nel piacentino, un’edizione imperdibile della manifestazione, e su questo si continua a lavorare.

L’elenco delle “blue chips” dei vivaisti confermati alla manifestazione florovivaistica è notevole: si va dalle Rose Barni ai trevigiani Vivai Priola, da Oscar Tintori Vivai a Rifnik di Gorazd Mauer.

Ma si punta anche, molto caparbiamente, a proporre novità, cosa che nel settore non è impresa semplice.

Eccone alcune in ordine sparso. Per la prima volta a Verde Grazzano giungeranno i Vivai Tibi, con alcune tra le piante più amate e richieste dal pubblico, le azalee, i rododendri e le acidofile più belle. Si annunciano nuove varietà, frutto di recentissime cultivar.  Michael Schick dalla Germania porta i suoi semi di pomodoro: ne presenta ben 930 varietà, una delle collezioni più estese al mondo.

Restando nei prodotti dell’orto, i peperoncini proposti da Filippo e Sara di B-Orto Peppers vi daranno la sveglia. Arrivano da Gemona del Friuli dove hanno creato la loro azienda, una piccola nicchia piccante. “Il peperoncino è – affermano Filippo e Sara – tante cose: un ortaggio ma anche una spezia, un motore di convivialità, una sfida aperta e una scoperta in termini di gusto e sfumature.

Liviana Nifantani porterà a Verde Grazzano la sua consueta collezione di arbusti autoctoni e rari. Varietà particolari, dimenticate e riscoperte. Tra le novità proposte per l’occasione: la camelia gialla e la magnolia michella champaca.

Per gli appassionati di piante carnivore, Carnivorous Farm di Federico Palaia dara’ appuntamento nel suo stand per una lezione pubblica nel corso della quale farà conoscere le sue silenziose ma voraci creature. “Scopri come queste affascinanti piante catturano e digeriscono insetti e piccoli animali. Impara a coltivarle con successo e scopri i loro meccanismi di cattura. È un’opportunità imperdibile per gli appassionati della natura e della biologia!” è il suo invito.

New Entry anche “Fratelli Gramaglia“, il vivaio piemontese di piante aromatiche tra i più importanti e prestigiosi in Europa. Paolo e Marco ne collezionano e offrono più di 1.500 varietà dai 4 angoli del mondo. Anche loro offrono l’opportunità di conoscerle meglio, di approfondire il loro uso alimentare o cosmetico, le loro esigenze per ottenere da esse il meglio.  Data l’attenzione che il pubblico mostra verso questo genere di piante c’è da star sicuri che le lezioni di Paolo e Marco avranno ampio seguito.

Altra new entry è Il giardino di famiglia. La flower farm porta a Verde Grazzano “la più grande collezione in Italia, e seconda in Europa, di dalie fiorite in vaso. Più di 700 varietà, numero che continua a implementarsi per la continua ricerca di nuove cultivar, attraverso rapporti con le società della dalia europee e mondiali. “Porteremo inoltre, assicura la signora Rosanna Nicoletti, che sarà personalmente a Verde Grazzano, una grande varietà di tulipani, come i parrot e double, giacinti, narcisi e altre bulbose a fioritura primaverile”.  

I cactus sono in tutti i sensi degli ever green, con un numero di estimatori sempre più ampio. Sia per la bellezza delle forme e soprattutto dei fiori, ma anche perché danno la sensazione di richiedere meno cure. A presentarne un’amplissima collezione è Planet Cactus, specializzata soprattutto nelle succulente.  

Altro settore che affascina molti è quello dei bonsai. Verde Grazzano ha il piacere di accogliere per la prima volta quelli dello Studio Botanico. Salvatore Liporace, grande esperto e professionista, raramente accetta l’invito di mostre di florovivaismo. Anche lui proporrà, con le sue longeve creazioni, lezioni a chi vorrà acquisirle o approfondire l’arte del bonsai.

È un ritorno quello di Zia Nina Flower Farm. Il suo stand nella scorsa edizione di Verde Grazzano ha entusiasmato il pubblico per il suo allestimento: è stato di gran lunga il più fotografato e postato. La vulcanica Zia Nina mostrerà come creare meraviglie con i fiori recisi di stagione.  

Un ritorno che sarà sicuramente apprezzato è anche quello di Hoya Mia di Silvia Bellini, mitica specialista in piante Hoya. Ne presenta più di 200 varietà, imperdibili per i molti innamorati dei “fiori di cera”.

Tutto questo, e molto di più, a Verde Grazzano 2023, dal 22 al 24 settembre nel Parco del Castello di Grazzano Visconti. Appuntamento da segnare, ovviamente in verde, in agenda.



Partecipa alla discussione