Verde Grazzano apre venerdì 22 settembre

Inaugurazione dalle ore 14.00 del 22 settembre

Apre i cancelli questo venerdì 22 settembre alle ore 14.00 la sesta edizione di VERDE GRAZZANO, la mostra mercato del giardinaggio di qualità promossa da Luchino Visconti di Modrone con Allegra Caracciolo Agnelli e Federico Forquet. Fino alla domenica sera una cinquantina di selezionati professionisti vivaisti e artigiani espongono nel Parco del Castello di Grazzano Visconti in provincia di Piacenza.

Grande novità del 2023, l’ampia proposta di attività da svolgere in loco. Un vero e proprio programma “culturale” che è andato via via arricchendosi a dimostrazione del fatto che Verde Grazzano è oramai percepita come un luogo di incontro e di scambio di esperienze tra addetti ai lavori, esperti di varie discipline e pubblico. Oltre una ventina tra laboratori e conferenze (https://www.verdegrazzano.it/programma/ ) con alcune ultime novità dedicate ai bambini: i laboratori organizzati in collaborazione con il FAI Fondo Ambiente Italiano che si terranno il sabato e la domenica per i quali è richiesta la prenotazione per non rischiare di rimanere senza posto. Vediamoli nel dettaglio:

LABORATORIO A TEMA BOTANICO: largo alla creatività e ai giochi imparando dalla natura con piccoli laboratori manuali per botanici “in erba”. Laboratorio della durata di 1 ora dedicato ai bimbi; ritrovo presso il punto FAI nel Parco del Castello. Sabato 23 e domenica 24 alle 10.30 e alle 15.00

CACCIA AI TESORI DEL PARCO: quali segreti e curiosità nasconde il Parco del Castello? Quanti tesori da scovare tra gli alberi, i fiori e le statue?

Lo scopriremo insieme – sabato 23 e domenica 24 alle 11.30 e alle 16.00 -, seguendo indizi, tracce e indovinelli tra storia e botanica!

Ritrovo presso il punto FAI nel Parco del Castello. Anche per questo appuntamento la prenotazione è obbligatoria ed è richiesta la presenza di almeno un adulto.

Tutte le informazioni e modalità di prenotazione sul sito di Verde Grazzano o scrivendo a piacenza@delegazionefai.fondoambiente.it e sui canali social (Facebook e Instagram) @faidelegazionepiacenza.

Al già ricco programma della manifestazione si aggiunge un ospite davvero speciale.

Sabato alle ore 15, nella sala delle armi all’interno del Castello, Bruno Pasini interverrà su “suoni nel verde. La colonna sonora del giardino dalla natura alla musica”.

Quello tra musica e giardino è un matrimonio affascinante, a volte complicato, a volte divertente. Parte dal suono della natura e arriva ai grandi concerti. Cambia a seconda dei tempi, della tipologia di giardino, dell’intenzione. Dal giardino zen a Central Park, dal suono prodotto dalle fontane a quello degli amplificatori, dal silenzio della meditazione al fragore della musica pop, passando per monasteri e regge, giardini pubblici e giardini privati. Senza tralasciare tutta la musica che il giardino ha ispirato nei secoli. Bruno Pasini lavora da trent’anni nel mondo della musica: discografico (Sony Music e Warner Music), autore televisivo (X Factor), consulente per case di produzione, ha all’attivo collaborazioni nel mondo dell’editoria e dell’industria per tutto quello che attiene alla musica e alla sua influenza nella sfera sociale e nel costume.

Mentre domenica 24 alle ore 15.00, sempre nella Sala delle Armi, si terrà la presentazione della FONDAZIONE SYLVIA a cura del suo presidente Luigi de Vecchi sul tema: Come aiutare il rimboschimento.

La Fondazione Sylvia è un’organizzazione no-profit che si occupa di rigenerazione ambientale attraverso il rimboschimento. Nata nel 2021 a seguito del disastro ecologico che ha colpito il sud della Puglia, dove l’epidemia vegetale causata dal batterio Xylella Fastidiosa ha distrutto un patrimonio arboreo millenario, la Fondazione Sylvia contribuisce a rigenerare i territori abbandonati, o colpiti da epidemia, con interventi di riforestazione in tutte le regioni d’Italia, anche attraverso la crescita della sostenibilità ecologica. È per questo motivo che la Fondazione vuole coinvolgere sempre di più scuole, famiglie, enti pubblici, associazioni, aziende, comunità locali che condividono valori, tradizioni e competenze, per ispirare un processo di rigenerazione ambientale condiviso. Ma non solo: anche coinvolgendo il mondo dell’arte, del cinema, della cultura, per aiutare la Fondazione a documentare la trasformazione del paesaggio e ispirare un’azione collettiva di contrasto al cambiamento climatico.

Per informazioni e prenotazioni: info@verdegrazzano.it

Verde Grazzano ringrazia il gruppo Repower Italia S.p.A. per la fornitura del LAMBROgino, la cargobike a tre ruote e a pedalata assistita, dedicata alla mobilità urbana e alle strutture ricettive che si sviluppano su spazi estesi. La forte innovazione emerge dalla versatilità d’uso, dal design unico che le è valso l’assegnazione del Premio Compasso d’Oro ADI 2022 e dall’uso di materiali sostenibili come il polietilene riciclabile.



Partecipa alla discussione