Un altro weekend ricco a Palazzo Fascie di Sestri Levante, tra libri e mostre

Venerdì 17 dicembre, alle ore 18, in sala Oleandro presso l’ex Convento dell’Annunziata, si terrà la presentazione del romanzo Nel tempo sbagliato di Bruno Morchio, dialoga con l’autore Tiziana Fabbro, presidente dell’Associazione A.Bi.Ci.

Con un tocco da maestro, Bruno Morchio regala ai lettori una nuova indagine del suo personaggio più amato, l’investigatore dei carruggi Bacci Pagano: è un lunedì di maggio del 1994, Bacci Pagano si è appena separato, non può vedere la figlia e deve affrontare il doloroso trasloco di ufficio e abitazione. Alla porta del detective, in piena crisi di mezza età, si presenta un curioso personaggio che gli chiede di ritrovare la moglie scomparsa. Sullo sfondo di una Genova che ha avviato la sua metamorfosi da città operaia e industriale ad attrazione turistica affacciata sul nuovo millennio, Bacci dovrà farsi strada tra le mille sfaccettature della natura umana, tra vette di candido lirismo e abissi di miserevole abiezione.

Sabato 18 dicembre alle ore 17 verrà inaugurata in sala Carlo Bo, al primo piano di Palazzo Fascie, l’esposizione “Il principio di Archimede. Immagini di un’avventura”, curata dal fumettista e pittore piemontese Marco D’Aponte e da Gloria Fava. Contestualmente verrà presentata la sua omonima graphic novel, introdotta dalla giornalista Paola Pastorelli.

Marco D’Aponte, illustratore torinese, negli ultimi hanno ha realizzato fumetti per diversi editori, sia con soggetti originali sia tratti da celebri romanzi del Novecento (tra i più recenti “Sostiene Pereira” di Antonio Tabucchi e “La luna e i falò” di Cesare Pavese, entrambi con la sceneggiatura dello scrittore Marino Magliani e sempre recensiti molto positivamente sulle pagine culturali dei principali quotidiani e da riviste letterarie).
“Il principio di Archimede” è tratto dall’omonimo romanzo di Dario Lanzardo, scrittore e fotografo, nato a Fosdinovo ma vissuto a Torino dove ha svolto un’intensa attività fotografica e di animatore culturale. La mostra è costituita da una parte di fotografie realizzate da Lanzardo stesso all’epoca dei fatti (il viaggio in mare del giovane Dario, allievo di macchina su di un Liberty ship residuato bellico, nel primo dopoguerra, da La Spezia a Baltimora) e da una consistente parte grafico-pittorica formata dalle tavole originali del fumetto e dai dipinti sempre sul tema della nave, del mare e degli uomini di mare.

La mostra “Il principio di Archimede” si inserisce appieno nelle iniziative culturali del Comune di Sestri Levante e di Mediaterraneo Servizi, proposte attraverso il Sistema Bibliotecario Urbano e il MuSel – Museo Archeologico e della Città, anticipando così quello che sarà il filo conduttore della programmazione 2022, cioè i personaggi che in grande o in piccolo hanno caratterizzato la nostra storia e lasciato un segno, a cominciare appunto da Vincenzo Fascie, con la mostra “L’eredità del Cavalier Fascie” visitabile al secondo piano di Palazzo Fascie, e ora con questa esposizione che rende onore a Dario Lanzardo, nato tra Liguria e Toscana.

Per partecipare alla presentazione del libro di Bruno Morchio di venerdì 17 dicembre e/o all’inaugurazione-presentazione di sabato 18 dicembre, è opportuno prenotarsi contattando il n. 0185 478530 o scrivendo a iat@mediaterraneo.it

Le mostre di Palazzo Fascie “L’eredità del Cavalier Fascie” e “Il principio di Archimede” saranno visitabili gratuitamente tutti i giorni fino al 9 gennaio, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17, tranne il 25 e il 26 dicembre e l’1 gennaio al mattino; sarà soltanto necessaria l’esibizione del Green Pass base.

Sempre sabato 18 dicembre alle ore 17.30, inoltre, al piano terra del Palazzo Comunale, in sala Riccio, aprirà le porte la Mostra foto-grafica – Composizioni inedite di Marcello Rezzano accompagnate da testimonianze fotografiche di Roberto Montanari esposizione dedicata interamente a Sestri Levante in cui saranno esposti lavori grafico/pittorici inediti di Marcello Rezzano e realizzazioni fotografiche di Roberto Montanari. Questa mostra sarà aperta e visitabile gratuitamente il venerdì, sabato e domenica, dalle 10.30 alle 12 e dalle 16.30 alle 18, fino al 16 gennaio 2022, tranne nei giorni di Natale e Capodanno.

Partecipa alla discussione