by admin admin Nessun commento

La visione della vita di Maurizio Cattelan

Tre atti per raccontare il ciclo della vita secondo l’artista Maurizio Cattelan.
Un uomo sdraiato scolpito nel marmo, in posizione fetale con accanto, un cane che sembra condividano intimità e respiro. Piccioni impagliati o per meglio dire in ‘tassidermia’, che si affacciano da un edificio con stile architettonico industriale e per finire una specie di monolite in resina nera attraversato dalla sagoma di un aereo che lo interseca.
Queste tre opere intitolano la nuova mostra del sessantenne Cattelan ‘Breath Ghosts Blind’ che sarà esposta presso lo spazio Pirelli Hangar Bicocca.

Presentata oggi, rimarrà aperta dal 15 luglio al 20 febbraio del prossimo anno.

“L’arte affronta gli stessi temi dall’inizio della storia dell’uomo: creazione, vita, morte – ha detto l’artista alla stampa – I temi si intrecciano con l’ambizione di ogni artista di divenire immortale attraverso il proprio lavoro. Ogni artista deve confrontarsi con entrambi i lati della medaglia: un senso di onnipotenza e di fallimento. È un saliscendi di altitudini inebrianti e discese impervie. Per quanto possa essere doloroso, la seconda parte è anche la più importante. Come tutte quelle che l’hanno preceduta, questa mostra è un concentrato di tutti questi elementi”.

La curatela della mostra è di Roberta Tenconi e Vicente Todolì.

Fotografia articolo: huffpost