Puntata 278 – L’Università di Firenze, la sua storia e le sue offerte didattiche | L’Agriturismo Ca’ Lunati

ASCOLTA LA PUNTATA

Ascolta la puntata:

03:46L’Università di Firenze, storia e offerta dell’Ateneo33:48Margherita e il suo agriturismo ‘Ca Lunati’

Nella puntata di oggi ci occuperemo di studi e di enogastronomia e lo faremo parlandovi prima dell’Università di Firenze e poi di un agriturismo su colli di Bologna.

L’Università degli Studi di Firenze (in acronimo UniFi) è una università statale italiana sita nell’omonima città e fondata nel 1321 come Studium Generale.

Il 25 maggio dell’anno 825 l’imperatore Lotario I promulga il capitolare di Corteolona che costituì le scuole imperiali, oltre a Pavia capitale del Regno d’Italia, anche Firenze ebbe la scuola di diritto, di retorica e arti liberali, ereditando la tradizione della scuola di diritto, fondata dall’imperatore romano Teodosio I; dalla sede di Firenze dipendevano gli studenti dell’allora Tuscia carolingia.

L’università di Firenze trae origine dallo Studium Generale istituito grazie a una delibera della Repubblica Fiorentina nel 1321. Ai suoi albori, presso lo studium s’insegnarono discipline quali giurisprudenza civile e canonica, letteratura e medicina; tuttavia nel 1324, dopo soli tre anni, fu costretto a cessare le attività. Gli insegnamenti ripresero nel 1349, grazie all’intercessione di papa Clemente VI, il quale concesse allo studium la possibilità di conferire diplomi regolari (privilegia maxima), oltre a stabilirvi la prima facoltà di teologia d’Italia.

Nel 1364, durante il regno dell’imperatore Carlo IV, l’ateneo fiorentino divenne università imperiale, la quale tuttavia, andò incontro negli anni successivi ad un’ulteriore interruzione delle attività didattiche. Nel 1387 furono promulgati dei nuovi statuti: fu istituita la prima cattedra di greco d’Europa e fu promosso lo sviluppo della medicina grazie ad una direttiva comunale che prevedeva la concessione di due cadaveri per gli studi anatomici.

Nel 1473, lo studium fu trasferito a Pisa, ad opera di Lorenzo il Magnifico, ed accorpato all’Università di Pisa, la quale divenne centro culturale di riferimento del Granducato di Toscana per volontà della stessa famiglia de’ Medici. A Firenze sopravvisse unicamente il collegio teologico con gli insegnamenti umanistici.

Carlo VIII ricondusse temporaneamente lo studium a Firenze tra il 1497 e il 1515, salvo poi esser trasferito nuovamente a Pisa con il ritorno dei Medici. I continui cambi di sede, non influirono ciononostante con le attività di studio e ricerca fiorentine, difatti durante il dominio di Cosimo I de’ Medici crebbe il numero delle cattedre e furono incentivati l’insegnamento e l’esercizio della medicina; in aggiunta, la ricerca scientifica e letteraria venivano portate avanti dalle accademie della Crusca e del Cimento. La diffusione della cultura attraverso tali “canali paralleli” rimase pressoché immutata a Firenze sino all’Unità d’Italia, allorquando nel 1859, il granduca Leopoldo II fu esiliato e gli insegnamenti furono unificati confluendo nell’Istituto di studi superiori pratici e di perfezionamento. L’anno seguente fu riconosciuto dallo stato italiano unitario il carattere universitario dell’istituto, benché soltanto nel 1924 un decreto ne sancì il riconoscimento ufficialmente quale università.

Dalla progettazione del 1932 il logo dell’università contiene l’effige di re Salomone, il sapiente sovrano d’Israele nelle fonti bibliche. Dal 2012 il Salomone è stato riadattato a mezzo busto, evidenziandone gli elementi di autorità e sapienza. Il logo di ateneo è costruito da Salomone, tra identità e continuità, e lettering su tre righe.

Margherita in compagnia di Alessandro Borghese

Proseguiremo poi dalla bellissima Firenze fino ai meravigliosi colli bolognesi dove conosceremo un agriturismo con la sua tradizione enogastronomica.
Ne parleremo con Margherita dello staff dell’agriturismo Ca Lunati che ci racconterà storia, tradizioni e proposte di questo luogo.

Location ideale per cerimonie, compleanni, feste e cene aziendali. Su richiesta possiamo occuparci anche dell’allestimento di decorazioni e avvalerci della collaborazione di musicisti e animatrici. 

Da Giugno a Settembre è possibile mangiare all’esterno e godere del meraviglioso panorama circostante, un’esperienza imperdibile.
Meta perfetta per famiglie, disponiamo di due parchi giochi.

INFO

Sito web dell’Università di Firenze

Sito web dell’Agriturismo Ca’ Lunati

Profilo Instagram dell’Agriturismo Ca’ Lunati

Partecipa alla discussione