Puntata 141 – L’Archivio digitale Antonio Canova | La mostra su Plautilla Bricci

ASCOLTA LA PUNTATA

Ascolta la puntata:

04:43L’Archivio digitale di Antonio Canova 23:31La mostra su Plautilla Bricci

Puntata dedicata all’Arte e in cui vedremo come, a Bassano del Grappa è avvenuta la digitalizzazione del Fondo di Antonio Canova, famoso scultore.

Come riporta il sito dei Musei di Bassano:

L’intero Fondo Manoscritti di Antonio Canova, patrimonio della Biblioteca Civica di Bassano del Grappa, è on line.

Un anno di lavoro e tecnologie d’avanguardia consentono a chiunque, nel mondo, di visionare, ad alta definizione e nella perfetta cromia originale, le oltre 40 mila pagine dei 6658 diversi documenti manoscritti del Fondo Canoviano: lettere, innanzitutto, ma anche diari di viaggio, appunti, riconoscimenti e diplomi, persino un prezzario delle opere e il quaderno su cui l’artista appuntò le sue lezioni di inglese. Poi i sonetti, che gli estimatori gli facevano pervenire quale segno della loro ammirazione, appunti, testimonianze in prima persona degli incontri con le maggiori personalità del tempo, Napoleone in primis. Il tutto, suddiviso per temi e aree, liberamente consultabile su archiviocanova.medialibrary.it.

Il Fondo dei manoscritti di Canova giunse a Bassano grazie Giovanni Battista Sartori Canova, fratellastro dello scultore, tra il 1852 e il 1857, assieme agli album dei disegni, alla racconta di incisioni in volume e a gran parte della biblioteca personale dell’artista per la parte di “belle arti”.

Ci racconterà di Canova, di questo meraviglioso fondo e della digitalizzazione, il Direttore della Biblioteca Di Bassano del Grappa, il dottor Stefano Pagliantini.

In seguito andremo a Roma in compagnia del dottor Yuri Primarosa, curatore della mostra su Plautilla Bricci: UNA RIVOLUZIONE SILENZIOSA. PLAUTILLA BRICCI PITTRICE E ARCHITETTRICE.

La mostra, a cura di Yuri Primarosa, riunisce per la prima volta l’intera produzione grafica e pittorica dell’artista, presentando un Ritratto di architettrice (probabile effigie della Bricci), accanto a capolavori anch’essi inediti o poco conosciuti dei maestri a lei più vicini.

La scoperta di documenti inediti sulla vita di Plautilla, l’identificazione di nuove opere e il restauro dei suoi progetti architettonici conservati presso l’Archivio di Stato di Roma (esposti per la prima volta assieme a una nuova tavola proveniente da una collezione privata), consentono di fare nuova luce su questa affascinante figura di artista, unico architetto donna dell’Europa preindustriale.

Seguiteci!

INFO

Sito web del Fondo Canova digitalizzato

Sito web dei Musei di Bassano

Sito web mostra Plautilla Bricci

Partecipa alla discussione