Presentazione libro Il paese nell’ombra. Un mistero in val Trebbia

Sabato 26 febbraio, alle ore 17, in sala Bo al primo piano di palazzo Fascie, si terrà la presentazione del romanzo Il paese nell’ombra. Un mistero in val Trebbia di Andrea Percivale, dialoga con l’autore la giornalista Francesca Caporello.

La partecipazione è gratuita ma soggetta a prenotazione al numero 0185-478530 o all’indirizzo mail iat@comune.sestri-levante.it. Si precisa che per l’accesso è necessario avere il green pass rafforzato e che saranno rispettate tutte le norme anti contagio.

L’eclissi di sole con epicentro in val Trebbia dovrebbe durare pochi minuti e invece non termina, lasciando la zona nell’ombra, isolata per il blocco dei campi elettromagnetici e per la caduta di alberi sulla strada a seguito di una bufera di vento. Il fenomeno è stato preceduto dall’arrivo di un gruppo di ragazzi in villeggiatura, affetti da una rara malattia della pelle che non consente di esporsi alla luce del giorno. Fanno amicizia con la compagnia del posto ma sono osteggiati dagli adulti, prima per la paura di un contagio e poi per il disturbo che provocano nei vagabondaggi notturni.

Il fenomeno porta i paesani a barricarsi in casa di fronte a una minaccia inspiegabile e i giovani a prendere possesso della campagna in favore di buio. Nel caos del momento sparisce però un bambino e i sospetti ricadono sui nuovi venuti.

Andrea Percivale è nato nel 1971 a Genova, dove abita. Ha pubblicato racconti su riviste e antologie, vincendo il premio “Città di Torino” (Il nemico) e la “Biennale Giano Vetusto” (Il matrimonio dell’architetto). Sono usciti i romanzi I passi oltre la linea (2007, vincitore del premio “L’incontro”), Lo spaventapasseri (2011), Le nozze di pietra (2013, vincitore del premio “Città di Recco”) e Preghiere per dilettanti (2019), la raccolta di racconti L’uomo da cerimonia (2008).

La presentazione è organizzata dal Comune di Sestri Levante e Mediaterraneo Servizi, tramite il Sistema Bibliotecario Urbano e il MuSel – il Museo Archeologico e della Città, in collaborazione con l’Associazione A.Bi.Ci.

Partecipa alla discussione