Presentato presso la Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich, il libro “tra due fiamme” di Umberto Zuballi, ex magistrato ed ex presidente del Tar

Il volume “Tra due fiamme” (Giuliano Ladolfi Editore, 2023) di Umberto Zuballi, ex magistrato ed ex Presidente del TAR, è stato presentato oggi (mercoledì 13 dicembre) presso la Sala “Bobi Bazlen” di Palazzo Gopcevich a Trieste alla presenza del Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, del Sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna e del Console generale della Repubblica di Slovenia, Gregor Šuc.

Il libro narra di due giovani, lei istriana abitante al Villaggio del Pescatore e lui sloveno, i quali, senza conoscersi, indagano per varie ragioni sui rispettivi nonni, morti da tempo, i quali, durante la Seconda guerra mondiale, l’uno soldato italiano e l’altro partigiano slavo, nel gennaio del 1943 si erano scambiati colpi di fucile sul Carso goriziano. Convinti di aver ucciso il nemico, ne erano rimasti turbati e angosciati per tutta la vita.

I due protagonisti del racconto, dopo varie vicende, si incontrano e si innamorano, costruendo un progetto di vita assieme.

Il testo si inserisce nel filone storico iniziato con il Concerto dei Tre Presidenti in piazza dell’Unità d’Italia e proseguito con l’omaggio alla Foiba di Basovizza e al Monumento ai fucilati slavi tributato congiuntamente dai Presidenti sloveno e italiano.

L’ottica e lo spirito sono quelli di Gorizia – Nova Gorica che nel 2025 diverranno la Capitale europea della cultura.

Nel libro vengono esposti i diversi punti di vista sulle tormentate vicende di queste terre, non per dimenticarle, ma per superarle in un’ottica di pace e convivenza armoniosa tra popoli diversi.

Umberto Zuballi è nato nel 1947 da una famiglia di Capodistria riparata a Varese dopo l’occupazione jugoslava. Compie gli studi a Trieste. Nel 1976, durante il terremoto del Friuli, ricopre un importante incarico in Regione, occupandosi dell’aspetto legislativo della ricostruzione. Vinto il concorso al TAR, diventa giudice amministrativo a Trieste e a Venezia, poi Presidente a Pescara e a Trieste. Ideatore dei convegni annuali tra giuristi italiani, sloveni e croati sul “Diritto amministrativo che cambia”, è stato insignito dell’Ordine della “Treccia croata”. Ha pubblicato, oltre che vari testi di diritto, quattro romanzi: “La Signora smarrita” edito da Giuffrè, “Trieste oltre” edito dalla Italo Svevo, “La congiura del rompighiaccio” e “Giustizia per Sofia” editi dalla Musa Talia.





Partecipa alla discussione