Palazzo Barberini Galleria Corsini. 100 capolavori

Per la rassegna
LIBRI BARBERINI / CORSINI

Giovedì 3 marzo 2022, ore 17.30
Le Gallerie Nazionali di Arte Antica presentano il volume

Palazzo Barberini Galleria Corsini. 100 capolavori
a cura di Yuri Primarosa

Officina Libraria, 2021

Gallerie Nazionali di Arte Antica
Palazzo Barberini

(Salone Pietro da Cortona)
via delle Quattro Fontane 13, Roma
Ne parleranno:
Flaminia Gennari Santori, Direttrice delle Gallerie Nazionali di Arte Antica
Claudio Strinati, storico dell’arte e consigliere di amministrazione delle Gallerie Nazionali di Arte Antica
Modera: Edoardo Sassi, giornalista Corriere della Sera


NOTA STAMPA

Nell’ambito della rassegna LIBRI BARBERINI / CORSINI, giovedì 3 marzo 2022 alle ore 17.00, si terrà nel Salone Pietro da Cortona di Palazzo Barberini la presentazione del volume Palazzo Barberini Galleria Corsini. 100 capolavori.

Il volume Palazzo Barberini Galleria Corsini. 100 capolavori (Officina Libraria, 2021), in doppia edizione italiana e inglese, è la prima guida che illustra le cento opere più rappresentative delle Gallerie Nazionali, custodite a Palazzo Barberini e Galleria Corsini: una speciale antologia del vasto patrimonio del museo destinata a un’ampia divulgazione, qualificata da un approccio scientifico rigoroso e da un linguaggio semplice e chiaro.

Il volume, corredato da un saggio introduttivo di Flaminia Gennari Santori, Direttrice delle Gallerie Nazionali di Arte Antica, è il frutto del lavoro congiunto di tutti gli storici dell’arte del museo: Cinzia Ammannato, Tullia Carratù, Maurizia Cicconi, Alessandro Cosma, Andrea G. De Marchi, Michele Di Monte, Paola Nicita e Yuri Primarosa.

Le schede che accompagnano le immagini guidano il lettore alla comprensione dello stile e dell’iconografia di ogni pezzo, fornendo notizie biografiche e storiche sugli autori delle opere.

Nell’introduzione Flaminia Gennari Santori ripercorre le vicende che hanno portato alla realizzazione delle attuali Gallerie, sottolineando: “I capolavori della collezione della Galleria Corsini, unica quadreria settecentesca romana conservata nell’allestimento immaginato dal suo creatore, il cardinal Neri Corsini, e le opere appartenute alle collezioni – Torlonia, Chigi, Odescalchi, Sciarra, Hertz, Barberini – o acquistate individualmente nel corso degli anni, esposte a palazzo Barberini, si troveranno gli uni accanto alle altre nelle pagine di questo volume, sintesi e testimonianza visiva di una raccolta piena di sorprese e al tempo stesso straordinariamente coerente. Nel solco dei nostri illustri predecessori – da Neri Corsini, collezionista settecentesco che aveva a cuore il pubblico godimento, ad Adolfo Venturi, promotore dell’idea di patrimonio nazionale, passando per Federico Hermanin (1868-1953), direttore della galleria nei primi anni del Novecento fino a Henrietta Hertz, visionaria filantropa che donò le sue opere d’arte alla sua patria di elezionei cento capolavori illustrati in questo volume descrivono la sintesi delle loro visioni e della natura delle Gallerie Nazionali di Arte Antica: un museo immaginario diventato reale”.

Le opere testimoniano la centralità di Roma sul panorama artistico internazionale a partire dal Cinquecento, con i dipinti di Beccafumi, Bronzino, Andrea del Sarto, Perin del Vaga, Piero di Cosimo, Hans Holbein, Lorenzo Lotto, Giulio Romano, Raffaello Sanzio, Giorgio Vasari; la dirompente rivoluzione naturalistica innescata da Caravaggio e le innumerevoli interpretazioni che ne hanno dato i suoi seguaci italiani e stranieri, da Giovanni Baglione, Orazio Borgianni, Valentin de Boulogne, Jusepe de Ribera, Orazio Gentileschi, Carlo Saraceni, Giovanni Serodine, Hendrick Ter Brug­ghen, Simon Vouet; il classicismo dei pittori bolognesi; gli esordi e l’esplosione della pittura barocca negli affreschi di Pietro da Cortona a palazzo Barberini; il classicismo della seconda metà del Seicento, l’ambiente internazionale del grand tour e gli albori del Neoclassicismo.

Oltre alle 100 schede, sono presentati gli elementi di particolare rilievo dell’architettura e della decorazione dei palazzi Barberini e Corsini, come la Scala elicoidale di Borromini e la grande volta affrescata da Pietro da Cortona con il Trionfo della Divina Provvidenza.

Grazie all’accurata campagna fotografica intrapresa dalla Bibliotheca Hertziana e in seguito ai numerosi restauri degli ultimi anni, è possibile ammirare fin nei minimi dettagli i dipinti e le sculture, tutti riprodotti a piena pagina.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

Partecipa alla discussione