Lo Stabat Mater di Pergolesi a Finalborgo, anteprima del Voxonus Festival martedì 26 marzo nella basilica di San Biagio

LO STABAT MATER DI PERGOLESI A FINALBORGO, ANTEPRIMA DEL VOXONUS FESTIVAL MARTEDÌ 26 MARZO NELLA BASILICA DI SAN BIAGIO

Gilio: «Sarà occasione per svelare le prime novità sul nuovo Voxonus Festival, che coinvolgerà sempre più città e sempre più musicisti»

FINALE LIGURE. Martedì 26 marzo, alle 21.15, lo STABAT MATER di Giovanni Battista Pergolesi verrà eseguito dall’Orchestra Sinfonica di Savona a Finale Ligure, nella cornice della basilica di San Biagio. Sarà infatti uno dei Borghi più belli d’Italia, Finalborgo, a ospitare l’anteprima della nuova edizione del Voxonus Festival, rassegna improntata sulla musica antica che vedrà tra i programmi anche lo Stabat Mater. Si consolida quindi la sinergia con il Comune di Finale Ligure, tra le località centrali della rassegna organizzata dall’Orchestra Sinfonica di Savona e pilastro dell’offerta culturale savonese.

Un evento unico che coinvolgerà le interpreti Valeria La Grotta, soprano, e Ilaria Ribezzi, mezzosoprano. Ad accompagnare le due cantanti il Voxonus Ensemble, formazione di spicco del festival, composta da Maurizio Cadossi, violino concertatore, Silvia Colli, violino, Claudio Gilio, viola, Alberto Pisani, violoncello, Maurizio Less, violone, Luca Pollastri, organo. Il concerto è sostenuto dal Comune di Finale Ligure. L’Orchestra Sinfonica di Savona vanta i contributi, tra gli altri, di Ministero della Cultura, Regione Liguria e Fondazione De Mari.

«È per noi un grande onore oltre che un grande piacere ospitare, peraltro prima di Pasqua e quindi in preparazione di quella che è la più importante festività cristiana, lo Stabat Mater di Pergolesi, uno dei brani sacri più importanti per la riuscita amalgama tra perizia compositiva e intima spiritualità. Il concerto vedrà l’esibizione delle voci di Valeria La Grotta e Ilaria Ribezzi accompagnate dal Voxonus Ensemble. Tutto ciò non potrà che aumentare la profonda partecipazione peraltro nello splendido contesto della Basilica di San Biagio in Finalborgo». Queste le parole del sindaco di Finale Ligure Ugo Frascherelli.

«Questo evento non solo rappresenta un momento di profonda bellezza artistica, ma anche un’opportunità per celebrare il legame intrinseco tra la musica e il territorio in un sistema culturale diffuso. Finale Ligure diventa così palcoscenico ideale per l’anteprima della nuova edizione del Voxonus Festival, che, nel suo percorso tra Liguria e Piemonte, toccherà alcuni luoghi simbolo della città. Lo Stabat Mater non solo rafforza la sinergia con il Comune di Finale Ligure, ma evidenzia il ruolo centrale che la musica ha nel promuovere e valorizzare le bellezze del territorio». Così Claudio Gilio, presidente dell’Orchestra Sinfonica di Savona.

STABAT MATER

Quella di Pergolesi è una pietra miliare del genere sacro. Lo è per la sua straordinaria composizione e la profonda spiritualità che trasmette. Composta nei suoi ultimi mesi di vita, insieme a un Salve Regina, quest’opera per soprano, contralto, archi e basso continuo è ammirata come una delle più sublimi. La Sequenza fu commissionata dalla confraternita napoletana dei Cavalieri della Vergine dei Dolori di San Luigi al Palazzo per la liturgia della Settimana Santa, in sostituzione di una precedente composizione di Alessandro Scarlatti. Secondo la leggenda, Pergolesi ne completò la stesura il giorno della sua morte, ipotesi sostenuta dalla scritta in calce Finis Laus Deo. L’Orchestra Sinfonica di Savona presenta questa opera in una versione che mette in luce le voci e gli strumenti, prestando particolare attenzione alle sedi concertistiche.

Ingresso gratuito senza prenotazione.

Basilica di San Biagio, piazza San Biagio, Finalborgo. Per informazioni contattare l’indirizzo mail: info@orchestrasavona.it





Partecipa alla discussione