INTERNO VERDE: DOMENICA TRA GIARDINI, API E FIGURINE

Interno Verde inaugura la settima edizione sotto la pioggia, ma il maltempo non spaventa i tantissimi curiosi, ferraresi e turisti, interessati a scoprire i giardini segreti che Ferrara cela dietro i portoni e le facciate dei palazzi. Sabato il festival ha registrato oltre 1.500 visitatori, risultato importante soprattutto considerata la perturbazione che ha insistito sul capoluogo estense per l’intera mattinata.

Complice di questo traguardo è stato il ricco programma di attività definito in collaborazione con le istituzioni e le associazioni. La gita fluviale sul Po di Volano a bordo del battello Nena, in compagnia degli autori del podcast “C’è vita nel grande nulla agricolo?”, ha registrato il tutto esaurito. Sold out anche per il corso di ikebana organizzato dalla Biblioteca Bassani e per il laboratorio per bambini ispirato al celebre romanzo di Bassani, “Il giardino dei Finzi Contini”, proposto dal MEIS.

L’idea di trasformare il libro di Interno Verde in un album di figurine ha coinvolto grandi e piccoli in un’avventurosa caccia al tesoro. Chi non avesse completato la raccolta è invitato oggi alle 18 nella terrazza dell’Hotel Torre della Vittoria: qui si terrà lo scambio dei doppioni, accompagnato da un aperitivo profumato di natura, con cocktail alcolici e analcolici a base erbacea.

Tra le iniziative di punta della domenica si segnala “Alveari Urbani”. L’incontro, che si terrà a Terraviva alle 17.30, comprende la presentazione del libro “Le api, l’arte, la città” di Claudia Zanfi, e l’inaugurazione di cinque nuove casette per le api selvatiche, donate da Coop Alleanza 3.0 e dislocate nei parchi pubblici e privati del centro.

Interno Verde è patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna, dal Comune e dall’Università degli Studi di Ferrara, dall’Associazione Italiana Architettura del Paesaggio, dall’Associazione Nazionale Pubblici Giardini, dall’Associazione Parchi e Giardini d’Italia.

Partecipa alla discussione