Il contatto: La storia di due lupi a Monte Adone diventa un film

La storia di due cuccioli di lupo recuperati in difficoltà dal Centro Recupero Fauna Esotica e Selvatica Monte Adone nella primavera del 2016 è ora un film documentario dal titolo IL CONTATTO di Andrea Dalpian prodotto da POPCult e Centro Tutela Fauna Monte Adone.

Il CONTATTO è il racconto per immagini di questi due cuccioli di lupo durante il periodo trascorso al Centro fino al loro ritorno in natura. E’ un documentario sperimentale dove lo spettatore non troverà parole e musica perché queste hanno lasciato spazio alla realtà dal punto di vista dei lupi. Si tratta di una vera e propria esperienza sensoriale al loro fianco, immersi nei suoni e nelle immagini del loro ambiente. Gli “uomini” hanno un ruolo marginale per lasciare spazio al contatto con la natura e con la parte più istintiva di ciascuno di noi.

L’imprinting nei confronti dell’uomo solitamente condanna alla cattività i lupi recuperati ancora cuccioli; in Europa non era mai stato tentato il rilascio di individui riabilitati dall’uomo sin dalle prime settimane di vita (in questo caso 10 e 20 giorni circa). L’ambizioso obiettivo di rilasciarli in natura, dopo il necessario periodo di riabilitazione, ha portato il Centro Monte Adone ad intraprendere un complesso percorso sperimentale durante il quale il contatto con l’uomo è stato limitato allo stretto necessario per le loro cure.

Le immagini di questo film sono state girate unicamente da Andrea Dalpian, che firma la regia, filmaker che, nel corso di più di un anno, si è dedicato con infinita pazienza alle riprese dei due lupi, senza mai arrecare loro disturbo e nel rispetto dei loro “tempi”, per ottenere anche solo qualche secondo di immagini.

E a luglio 2017, dopo aver trascorso più di un anno al Centro, nel pieno rispetto della loro natura selvatica, i due lupi sono tornati in libertà.

“Vista l’unicità di questo caso, abbiamo deciso di documentare tutto il loro percorso di riabilitazione al Centro, in primis per non perdere informazioni preziose, molto utili per eventuali casi futuri. Da oltre 10 anni il Centro può contare sulla preziosa collaborazione di POPCult con cui si è instaurato un rapporto di reciproca fiducia e stima, basato sulla condivisione non solo del rispetto e dell’amore verso gli animali e la natura, ma anche dell’etica gestionale che è da sempre alla base delle nostre scelte. È quindi insieme a loro che abbiamo deciso di condividere il materiale raccolto durante questo periodo, nella convinzione che raccontare storie come questa sia importante per sensibilizzare ed educare ad un corretto rapporto uomo-animale-ambiente.” dichiara Elisa Berti, direttrice del Centro Tutela Fauna Monte Adone.

Il film, presentato in anteprima al Festival Cinemambiente di Torino, e selezionato per il Portland Film Festival, il 25th Jihlava Film Festival e Nature Behind the Border, sarà distribuito in Italia a partire da dicembre 2021 in anteprima assoluta al Cinema Orione di Bologna il 4-5-6-7-8 dicembre 2021 per proseguire con un tour nelle altre sale d’Italia da gennaio 2022.

“Il film è concepito per essere un’esperienza sensoriale da fare al cinema, circondati da suoni e immagini che provano a restituire sensazioni, più che raccontare direttamente una storia” dice Giusi Santoro di POPCult che sta distribuendo direttamente il film nei cinema. “Non ci sono spiegazioni, non c’è una voce narrante, per questa ragione al momento non prevediamo che venga trasmesso da piattaforme online ma prediligeremo una distribuzione capillare, durante tutto il 2022, attraverso l’organizzazione di eventi in tutti i luoghi che potremo raggiungere. E’ possibile manifestare il proprio interesse per una determinata città attraverso il sito del film www.lupimonteadone.it, dove verrà via via aggiornato il calendario”.

Al termine di ogni proiezione è previsto un incontro con gli autori del film e i responsabili del Centro Monte Adone per condividere un importante momento educativo, divulgativo e di confronto per i cittadini, per tutte le persone (professionisti e appassionati), gli enti e le istituzioni che da anni collaborano per valorizzare la biodiversità.

“In questi anni ci siamo occupati di migliaia di animali selvatici feriti o in difficoltà provando a condividere queste esperienze nel totale rispetto dell’animale attraverso il mezzo dell’audiovisivo.

E’ proprio da questa considerazione che è nata l’idea di realizzare un film documentario che rappresenti un’occasione unica per condividere con il “mondo esterno” il lungo percorso di questi due lupi al Centro, per coinvolgere le persone in questa storia straordinaria, facendo sì che i due lupi possano diventare importanti ambasciatori per la loro specie” continua Elisa Berti. “Il fine ultimo di tutto il lavoro di cura e riabilitazione dell’animale selvatico è per noi sempre il suo ritorno in natura, nel rispetto dei tempi necessari al suo recupero, senza attendere un solo giorno in più del necessario.

In nessun caso consentiamo a personale non autorizzato e non esperto di maneggiare gli animali e non organizziamo eventi pubblici in occasione delle liberazioni: il rilascio di un animale selvatico, a seguito di un periodo più o meno lungo di degenza, è un’operazione molto delicata che deve tenere conto delle specifiche esigenze biologiche, etologiche ed ecologiche della specie, oltre che dell’età e del percorso riabilitativo del singolo individuo. Per un animale selvatico anche il ritorno alla libertà può rappresentare motivo di stress; garantire la massima tranquillità, il benessere e il rispetto dei tempi dell’animale in tutte le fasi del rilascio è pertanto imprescindibile”.

CENTRO TUTELA FAUNA ESOTICA E SELVATICA – MONTE ADONE – www.centrotutelafauna.org

Il Centro Tutela e Ricerca Fauna Esotica e Selvatica Monte Adone ODV è un’associazione di volontariato che promuove la tutela e la salvaguardia della fauna selvatica autoctona ed esotica.

Dal 1989 il Centro è operativo 24 ore su 24, ogni giorno dell’anno, nel recupero della fauna autoctona trovata ferita e in difficoltà e nell’accoglienza della fauna esotica sequestrata dalle autorità giudiziarie per maltrattamento, commercio e detenzione illeciti.

E’ un C.R.A.S. (Centro Recupero Animali Selvatici) autorizzato dalla Regione Emilia Romagna e uno dei tre centri convenzionati con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Oggi il Centro rappresenta un punto di riferimento stabile per cittadini, Enti Pubblici, Forze di Polizia e Vigili del Fuoco.

Con l’incremento della presenza del lupo sul territorio italiano e il conseguente aumento dei ritrovamenti di esemplari feriti o in difficoltà, il Centro nel 2012 ha dato vita al Progetto Lupo Monte Adone, con lo scopo di creare un centro di riferimento specializzato nel recupero, nel soccorso, nella cura, nella degenza, nella riabilitazione e nella reintroduzione in natura dei lupi rinvenuti in difficoltà.

Tra i suoi obiettivi principali vi è la diffusione di una maggiore consapevolezza e di un corretto rapporto uomo-animale-ambiente, sostenuta dalla costante organizzazione di attività educative e di sensibilizzazione rivolte cittadinanza e in particolari dei bambini.

POPCult – www.popcultdocs.com

POPCult è una casa di produzione indipendente attiva dal 2007 che fin dalla sua nascita si è specializzata nel documentario creativo e le serie per la tv. Nasce come progetto di valorizzazione di un gruppo di liberi professionisti, di consolidata esperienza, che lavorano insieme da molto tempo nel settore dell’audiovisivo e dell’immagine in movimento.

POPCult ha un legame speciale col pubblico che si capisce già dal nome: POPCult è una casa di produzione POPolare e CULTurale, creativa spontanea e indipendente. Produce per la televisione e il cinema e, da alcuni anni, anche per il settore multimediale, il web e l’animazione.

Nel corso degli anni ha saputo distinguersi sul mercato realizzando con budget contenuti produzioni audiovisive d’autore e di qualità con professionalità e passione da artigiano. POPCult lavora con i principali network televisivi e distributori nazionali e internazionali.

Le sue produzioni sono state vendute in Finlandia, Svezia, Estonia, Portogallo, Francia, Repubblica Ceca, Qatar, Canada, Brasile, Russia. E’ presente nei principali mercati quali Sunny Side of the Doc (Francia), MIPTV (Francia), IDFA (Olanda), Hot Docs (Canada), Latin Side of the doc (Argentina), e oltre a quelle italiane come RAI2, RAI3, NatGeo, Current TV, Sky Italia, collabora anche con televisioni estere quali YLE (Finlandia), Aljazeera (Qatar), Swedish Broadcasting Channel e SVT (Svezia), TSI (Svizzera), PRESS TV (Iran), KTO (Francia), Blue Brasil (Brasile), Russian History Channel (Russia).

I lavori prodotti da POPCult sono inoltre stati selezionati nei maggiori festival e hanno vinto numerosi premi e menzioni speciali sia in Italia che all’estero.

LINK AL TRAILER: https://vimeo.com/506116652

SITO DEL FILM: www.lupimonteadone.it

CALENDARIO PROIEZIONI

Cine Teatro Orione di Bologna, via Cimabue n°14, nelle seguenti date:

4 Dicembre 2021 – ore 21.00 – ANTEPRIMA
5 Dicembre 2021 – ore 16.00 – ore 21.00
6 Dicembre 2021 – ore 16.00 – ore 21.30
7 Dicembre 2021 – ore 16.00 – ore 21.30
8 Dicembre 2021 – ore 10.30 – ore 16.00 – ore 21.30

Per le scuole sono previste proiezioni dedicate nelle mattine di dicembre a Bologna e nel 2022 anche fuori dalla Provincia.

Info e contatti – Giusi Santoro – popcultdocs@gmail.com – Tel. 3495652975

Partecipa alla discussione