by admin admin Nessun commento

Ha festeggiato il suo ottantesimo genetliaco, con alle spalle 50 anni di vita nel mondo della musica. Una carriera fra le più ricche e sfolgoranti che un direttore d’orchesta, un maestro del calibro di Muti, possa desiderare.


Non ha solo avuto per, passione per ‘le note’, ma per il pubblico che lo ha seguito ed applaudito per tutti questi ani, in giro per i più importanti teatri del mondo.

Il 28 luglio ha dunque festeggiato nella sua Ravenna, assieme alla moglie Maria Cristina Mazzavillani, al suo fianco dal 1969, i tre figli Chiara, Francesco, e Domenico, e i nipoti.

Il 29 ha poi fatto presenza al Quirinale ove ha diretto il concerto che ha aperto davanti al nostro Presidente della Repubblica Mattarella al G20 della Cultura, trasmesso sul primo canale Rai.
Il giorno dopo lo hanno festeggiato a Napoli il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella e l’Associazione Ex Allievi nella Sala Scarlatti.

Il giorno 31 aveva promesso di essersi recato e così ha fatto, a Scampia a dirigere i ragazzi della giovane orchestra del quartiere.

Finiti i festeggiamenti, il primo di agosto si è dedicato alle prove della Missa Solemnis op. 123 di Beethoven che poi porterà al festival di Salisburgo con i famosi Wiener Philarmoniker nell’ormai consueto appuntamento di Ferragosto.

Auguri Maestro!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *