Giornata della Memoria 2024: presentato dal Prefetto di Ferrara Marchesiello un ricco programma di eventi celebrativi

Il Prefetto Massimo Marchesiello ha stamani presentato il calendario dei principali eventi che costituiscono per l’anno 2024 il programma delle celebrazioni della Giornata della Memoria in questa provincia, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici nei campi nazisti.

Si tratta di una serie di appuntamenti di importante valenza storico-culturale, rivolti principalmente agli studenti degli istituti superiori e promossi dalle principali Istituzioni locali, che avranno luogo a partire dal prossimo 19 gennaio.

“La celebrazione del Giorno della Memoria – ha sottolineato il Prefetto – è un momento fondamentale per ricordare e riflettere sulle atrocità commesse durante la Shoah. Anche quest’anno, grazie al sempre prezioso contributo di Enti e Istituzioni locali, saranno numerose e particolarmente qualificate le iniziative in programma. Tra queste voglio ricordare, oltre alla cerimonia di consegna, il 26 gennaio p.v. alla Sala Estense di Ferrara, delle medaglie d’onore del Presidente della Repubblica agli ex internati militari e civili nei lager nazisti durante il secondo conflitto mondiale, l’inaugurazione presso gli spazi del piano terra della Prefettura, il prossimo 22 gennaio, della mostra “Il peso della legge”, a cura del Museo Nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah”.

Il Rappresentante del Governo ha, inoltre, ricordato, che il 9 febbraio p.v., presso la caserma Bevilacqua della Questura, sarà scoperta una lapide per onorare la memoria di Giovanni Palatucci, ex Questore di Fiume, deceduto il 10 febbraio 1945 nel campo di concentramento nazista di Dachau, insignito della Medaglia d’oro al Merito Civile e riconosciuto “Giusto tra le Nazioni” per aver salvato dal genocidio migliaia di ebrei.

Erano presenti all’incontro odierno l’Assessore alla Cultura del Comune di Ferrara Marco Gulinelli, la Presidente del locale Istituto di Storia Contemporanea Anna Maria Quarzi, il Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Giovanni Desco, il Direttore dell’Archivio di Stato Davide Guarnieri, la rappresentante dell’Università di Ferrara Isabella Libertà Mattazzi e, collegato da remoto, il Direttore del Museo dell’Ebraismo Italiano e della Shoah Amedeo Spagnoletto.

Qui, il programma delle manifestazioni.





Partecipa alla discussione