Football Americano: Giaguari Torino 27 – Aquile Ferrara 10

Tornano con poca soddisfazione dalla lunga trasferta di Torino le Aquile di coach Faragalli che domenica pomeriggio hanno dovuto incassare la seconda sconfitta di stagione ancora ad opera dei Giaguari al termine di una partita comunque molto combattuta e con gli estensi che nel secondo tempo hanno messo seriamente in difficoltà i padroni di casa. Squadra fisica e comunque ben preparata tecnicamente i Giaguari hanno condotto la partita già dal primo drive offensivo ben orchestrato tra corse e passaggi con la difesa estense che è partita in sordina e ha concesso troppo agli avversari prima di togliere la ruggine dopo oltre un mese di pausa. I padroni di casa dunque a segno con il passaggio preciso di Dalmasso per Salsa e la successiva trasformazione che porta avanti i Giaguari per 7 a 0.

Il primo drive offensivo delle Aquile è comunque una pronta replica ai padroni di casa : gli estensi alternano corse e passaggi corti muovendo la catena con attenzione ed arrivando a breve distanza dall’end zone torinese dove però la difesa di casa si fa sentire e costringe coach Faragalli ad optare per il tentativo di field goal che esce di poco laterale lasciando momentaneamente a bocca asciutta le Aquile. Nel 2° quarto la difesa ospite diventa più incisiva e il drive dei Giaguari si spegne sul duro placcaggio di Neodo ai danni del qb torinese Dalmasso. Purtroppo però la difesa torinese si mostra altrettanto coriacea e poco dopo un tentativo di passaggio lungo di Zeno Zucchelli viene intercettato con i Giaguari che approfittano del regalo e poco dopo violano l’end zone ferrarese per il 14 a 0.

Regala ancora l’attacco estense nel drive successivo con un nuovo intercetto ed una nuova segnatura dei Giaguari con il pass ricevuto da Pieroleri per il 20 a 6 parziale. Cambia la strategia offensiva coach Faragalli e le Aquile ricominciano a guadagnare terreno con costanza e senza fretta arrivando a ridosso dell’end zone torinese violata poco dopo da Medini, anche oggi tra i mgliori in campo con Romagnoli che aggiunge il punto addizionale per il 20 a 7 che manda le squadre al riposo. Nella ripresa l’attacco regala un’altro intercetto ai Giaguari ma è la difesa estense a salire sugli scudi facendo perdere palla ai Giaguari con Lodi lesto a ricoprire l’ovale regalando una nuova opportunità all’offense estense che non si fa pregare e capitalizza l’opportunità con un field goal che vale 3 punti. Si complica la partita per i Giaguari che in vantaggio 20 a 10 hanno il fiato delle Aquile sul collo e per tutto il 3° quarto non riescono a mettere punti sul tabellone. L’inzio dell’ultimo quarto vede la difesa estense salire sugli scudi con Bindini autore di diversi ottimi placcaggi e con i torinesi che ad 1 yard dal possibile touchdown perdono l’ovale ricoperto da Neodo che restituisce palla al proprio attacco. Si alternano in cabina di regia Zucchelli e Medini nel tentativo di arrivare nuovamente in meta ma la difesa giallonera rimane attenta e vanifica gli sforzi delle Aquile costrette a rendere palla ai Giaguari senza poter segnare. Gli ultimi minuti i padroni di casa stanno attenti a conservare il possesso di palla e con un lungo ed ordinato drive offensivo vanno a segno con Tenconi per il 27 a 10 mentre le Aquile con una manciata di secondi a disposizione nel finale non trovano la via per una ulteriore segnatura. Soddisfatto comunque coach Faragalli della prestazione della squadra che pur pagando il gap in termini di peso ed esperienza nei confronti dei torinesi ha saputo sfruttare bene le proprie qualità.

Qualche errore di troppo per gli estensi sia in attacco che in difesa ha reso il divario nel punteggio più ampio del dovuto con i Giaguari che hanno però dato merito agli estensi per la grinta e la determinazione dimostrate; ora però c’è poco tempo per lavorare sugli errori, occorrerà maggior concentrazione e badare solo a rifinire la preparazione perché sabato le Aquile ripartono per Torino stavolta per incontrare i Reapers, prima opportunità per gli estensi per dare una svolta alla stagione.

Partecipa alla discussione