Ferrara Off porta a teatro la storia dell’atleta somala Samia Yussuf Omar

Sabato 2 dicembre alle ore 21 Ferrara Off porta in scena “La corsia vuota”, la storia dell’atleta somala Samia Yussuf Omar, di e con Chiara Tessiore, in anteprima per il teatro di Viale Alfonso I d’Este 13.

Nata nel 1991 in una famiglia povera di Mogadiscio, da sempre Samia ha la passione e l’attitudine per la corsa. Dopo aver vinto tutte le gare per dilettanti, inizia a partecipare a gare per professionisti con l’aiuto del Centro Olimpico Nazionale.
Nel 2008 partecipa ai Giochi Olimpici di Pechino, nella gara dei 200 metri piani, ottenendo il record personale di 32″16, ma l’ultimo tempo di tutte le batterie, venendo però comunque incoraggiata e applaudita dal pubblico presente allo stadio. Magrissima, con i fuseaux lunghi, una maglietta di cotone con i colori della Somalia, scarpe regalate dalla squadra di atletica sudanese e una fascia di spugna bianca sulla testa.

«Noi sappiamo che siamo diverse dalle altre atlete. Ma non vogliamo dimostrarlo. Facciamo del nostro meglio per sembrare come loro. Sappiamo di essere ben lontane da quelle che gareggiano qui, lo capiamo benissimo. Ma più di ogni altra cosa vorremmo dimostrare la nostra dignità e quella del nostro paese», sono le sue parole.

Terminate le Olimpiadi i riflettori su Samia si spengono e la giovane atleta – che avrebbe dovuto prendere parte ai successivi Giochi Olimpici di Londra 2012- è costretta a lasciare il suo paese e tentare il viaggio da clandestina per raggiungere l’Europa. Non ci arriverà mai. Finirà la sua corsa nel Mediterraneo, a bordo di un barcone, cercando di arrivare in Libia.

L’attrice Chiara Tessiore – docente di Ferrara Off – con l’espediente narrativo dell’utilizzo di un videoregistratore, riavvolge, accelera, mette in pausa questa storia tragica e potente, dell’estremo sacrificio di una donna per inseguire la propria emancipazione e il proprio sogno.

Per informazioni e biglietti: www.ferraraoff.it, 333 6282360.





Partecipa alla discussione