“Ferrara la città che più ha ricordato Abbado”. Così il giornalista e documentarista Failoni durante le ricorrenze per il decennale dalla scomparsa del direttore d’orchestra

“Ferrara è la città che meglio ha ricordato Claudio Abbado”. Così Helmut Failoni, giornalista autore insieme a Francesco Merini del film-documentario “L’Orchestra. Claudio Abbado e i musicisti della Mozart”, trasmesso oggi pomeriggio a Ferrara in occasione dei partecipati eventi organizzati da Ferrara Musica e Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, tutti a ingresso gratuito.

“Si sente proprio una passione e un coinvolgimento forte di Ferrara Musica e del Teatro Comunale di Ferrara nei confronti del nostro Maestro”, rimarca Failoni, “Ferrara non ha dimenticato Claudio Abbado”. Il giornalista e documentarista poi ricorda: Per Claudio era tutta una questione di ascolto, questione che applicava anche alla musica. Per lui tutto era semplice, era un grande utopista, ma otteneva quello che voleva e così facendo migliorava anche le situazioni, dava sempre tutto se stesso”.

Tra le iniziative realizzate oggi per ricordare il Maestro Abbado, è stata inaugurata la mostra con venticinque scatti di Marco Caselli Nirmal, che immortalano Claudio Abbado nella sua esperienza a Ferrara. La rassegna fotografica rimarrà visitabile anche nelle prossime settimane nella Rotonda Foschini e lungo i portici del Teatro Comunale.





Partecipa alla discussione