Domenica il raduno Vespa, attesi a Ferrara centinaia di mezzi da tutta Italia

Ferrara, 18 lug – Sono attesi centinaia di modelli di Vespa da tutta Italia, domenica 23 a luglio a Ferrara. Non si tratterà solo di una sfilata di affascinanti esemplari degli anni 50, fino ai giorni nostri, ma anche di una competizione valevole nell’ambito del campionato nazionale turistico Vespa club Italia. È il secondo anno che la manifestazione assume anche la forma di ‘gara’ tra appassionati e detentori dell’iconica due ruote, mentre quest’anno si celebrerà la 17esima edizione del raduno. Raduno che – come ormai da tradizione – celebrerà il territorio attorno ai grandi temi che del territorio sono propri. Quest’anno sono le vie d’acqua al centro del programma, con un itinerario territoriale che – partendo da piazza Ariostea – procederà lungo un percorso cittadino, poi lungo il Po (con l’autorizzazione e la collaborazione della Provincia) fino a Stellata di Bondeno.

Promotrice della manifestazione è l’associazione Vespa Club Ferrara, con il patrocinio del Comune di Ferrara. Il raduno si aprirà in mattinata: gli appassionati convergeranno in piazza Ariostea alle 9,30, quindi sfileranno in corso Porta Mare, Rampari di San Rocco, piazzale Medaglie d’Oro, corso Giovecca, largo Castello, per poi dirigersi verso l’uscita cittadina da viale Cavour e lungo via Padova. Da via Padova il corteo imboccherà la destra Po (con specifica autorizzazione) fino al polo idraulico delle Pilastresi, dove i partecipanti sosteranno per una visita guidata e per il ristoro. Nei giorni scorsi la giunta – su proposta dell’assessore Matteo Fornasini – ha deliberato il patrocinio e la collaborazione organizzativa, coinvolgendo, tra gli altri, gli uffici per le procedure autorizzative e la polizia locale, anche per la viabilità e la gestione del traffico durante i trasferimenti cittadini del corteo di vespisti.
“Il raduno delle Vespa è ormai un appuntamento tradizionale che si arricchisce di costanti novità – spiega l’assessore Matteo Fornasiniin un calendario di eventi che quest’anno ha accolto tantissimi mezzi iconici che hanno segnato epoche, penso alla celebre Bianchina, ai Ciao, che hanno catalizzato la passione e l’interesse di tanti visitatori. Ferrara quest’anno ha inoltre ospitato, il 18 giugno, la prima edizione del raduno di Ferrari del club Passione Rossa. Eventi che si uniscono alle grandi classiche di Officina Ferrarese che fanno della nostra città uno storico punto di riferimento per appassionati, il cuore della promozione di eventi anche in campo motoristico”, dice l’assessore Fornasini. “Il format dei nostri raduni è costantemente in divenire per offrire ai partecipanti e al pubblico spunti sempre nuovi, per apprezzare sempre al meglio la qualità organizzativa e il fascino dei modelli Vespa”, dice Martin Dallago, segretario del Vespa Club Ferrara, sottolineando che l’appuntamento è pensato “per essere una manifestazione del territorio per il territorio, come dimostra il forte legame con i temi locali e la scelta di sviluppare, di edizione in edizione, diversi argomenti che compongono la storia e la tradizione di Ferrara”.



Partecipa alla discussione