Concerto di Capodanno, l’orchestra a plettro Gino Neri fa il pienone al Teatro Comunale di Ferrara. Gulinelli: “un orgoglio per la città

Si conferma un grande successo il Concerto di Capodanno dell’Orchestra a plettro Gino Neri, che si è tenuto ieri pomeriggio, 1° gennaio, al Teatro Comunale Abbado. Un appuntamento ormai tradizionale per Ferrara che, di fatto, segna l’avvio delle attività culturali cittadine del 2024. L’evento è stato accompagnato da lunghi applausi e da un teatro completamente sold out. L’Orchestra è stata diretta dai Maestri Pierclaudio Fei e Francesco Zamorani, e ha festeggiato per l’occasione 125 anni di attività concertistica internazionale.

“L’orchestra Gino Neri è un orgoglio per la città di Ferrara, che ha sempre sostenuto e apprezzato la sua attività. L’orchestra è anche il simbolo di una tradizione musicale che si tramanda da oltre un secolo, e che si rinnova continuamente con nuove proposte e sfide. In occasione del concerto di Capodanno colgo l’occasione  anche per congratularmi per i 125 anni compiuti dall’orchestra, fondata nel 1898. Si tratta di un traguardo davvero eccezionale, che testimonia la passione, la dedizione e la maestria di generazioni di musicisti che hanno fatto parte di questa splendida realtà”, dichiara Marco Gulinelli, assessore alla Cultura del Comune di Ferrara.

Il concerto si è aperto sulle note de “Il Barbiere di Siviglia”, opera buffa tratta dall’omonima commedia di Pierre Beaumarchais, successivamente musicata dal celebre Gioachino Rossini, alla Sinfonia dall’opera La Cenerentola, dello stesso autore. L’appuntamento musicale è poi proseguito con il solista di fama internazionale Carlo Aonzo, che ha eseguito il Concerto n. 2 per mandolino e orchestra, una delle pagine più virtuosistiche del compositore napoletano Raffaele Calace. Non sono poi mancati i valzer, Sul bel Danubio blu di Johann Strauss figlio e Waltz n. 2 di Šostakóvič, caratterizzati per l’occasione dalla partecipazione della Società di danza Circolo Ferrarese. Il concerto si è concluso con Libiamo ne’ lieti calici dalla Traviata di Verdi, accompagnato da splendide danze in sontuosi abiti da valzer e che vedrà la partecipazione della soprano Elena Maria Giovanna Pinna e del tenore Zhang Juntian.

L’Orchestra Gino Neri ha infine omaggiato i propri ospiti con il cd contenente il concerto di Calace, eseguito ieri, e il dvd sulla storia del mandolino, rendendo il Concerto di Capodanno 2024 un evento assolutamente indimenticabile.





Partecipa alla discussione