Ardiente paciencia: “La mia vita con Pablo Neruda”

Sabato 23 settembre alle 21, al Teatro delle Energie di Grottammare, a 50 anni esatti dalla morte del grande poeta cileno Pablo Neruda – scomparso sabato 23 settembre 1973 – l’Associazione MultiCulturale VisionAria presenta il suo nuovo spettacolo ARDIENTE PACIENCIA – La mia vita con Pablo Neruda.

Lo spettacolo, ispirato alla vita e all’autobiografia della sua terza moglie, Matilde Urrutia, è un monologo drammatico con canzoni, che ripercorre la loro lunga storia d’amore iniziata nei primi anni ’50 e interrotta solo dall’improvvisa scomparsa di Neruda, avvenuta pochi giorni dopo il colpo di stato dell’11 settembre – guidato da Augusto Pinochet -, che abbatté il governo del Presidente Salvador Allende. La morte di Neruda – oramai è dimostrato – non fu dovuta a cause naturali, ma a un omicidio “politico”, commesso tramite un’iniezione di botulino mentre il poeta era ricoverato in clinica.

Tutta la travagliata vicenda dell’unica vera “musa” di Neruda – che fu definito “il più grande poeta del ‘900 in tutte le lingue” da Garcia Márquez –  sarà ripercorsa in flashback da Matilde, partendo proprio dai terribili momenti in cui il Cile sprofondò da un’ora all’altra in una dittatura che sarebbe durata 17 anni. 

Il commovente racconto – arricchito da filmati originali dell’epoca – sarà interpretato e cantato dall’attrice Valentina Pacetti. In scena anche Maria Emilia Corbelli, che eseguirà alcuni brani dal vivo al bandoneón e alla fisarmonica.

Testo e regia sono di Francesco Tranquilli, che ha anche composto le canzoni e le musiche di scena.

I biglietti sono in prevendita sulla piattaforma Eventbrite al seguente link: https://www.eventbrite.it/manage/events/710367768117/details

Per informazioni si può scrivere a frtr@libero.it o su WA al numero 328 428 3302

Lo spettacolo, patrocinato dal Comune di Grottammare, sarà introdotto dall’Assessore alla Cultura Lorenzo Rossi.



Partecipa alla discussione