Apologia dell’avventura. Sabato ad Arte Sella l’Agosto degasperiano incontra Pietro Del Soldà

La rassegna Agosto degasperiano – Custodi del fuoco incontra Pietro Del Soldà, filosofo, scrittore, autore e conduttore dei programmi di Rai Radio3 Tutta la città ne parla e Zarathustra. Partendo dal suo ultimo lavoro, Del Soldà invita a vivere la vita come un’avventura, coltivando la capacità di vedere, oltre il ritmo ordinario dell’esistenza, le nostre inclinazione più profonde.

Appuntamento sabato 20 agosto alle 17 negli spazi di Malga Costa ad Arte Sella.

Pietro Del Soldà

L’avventura è quell’esperienza che interrompe il ritmo ordinario dell’esistenza lasciando emergere le nostre inclinazioni più profonde: come dice Georg Simmel è «una tensione che inarca la vita», senza la quale è impossibile entrare davvero in contatto profondo con sé stessi. Purché non la si concepisca soltanto come una ricerca adrenalinica del rischio: tutto può essere avventura oppure ordinaria esistenza, può inserirsi nella sceneggiatura della nostra vita o configurarsi come eccezione esaltante, che misteriosamente racchiude quella vocazione inconfessata che il quotidiano non sa portare alla luce.

Nell’incontro pubblico “Apologia dell’avventura”, in programma sabato 20 agosto alle 17 negli spazi di Malga Costa ad Arte Sella, Pietro Del Soldà, autore e conduttore dei programmi di Rai Radio3 Tutta la città ne parla e Zarathustra, ci accompagna a scoprire alcune grandi incarnazioni dell’avventura nella storia della nostra civiltà: da Erodoto a Platone, da Montaigne a Sartre, da Alexander von Humboldt a Isabelle Eberhardt. Uomini e donne che hanno capito e praticato “la vita fuori di sé”.

Contro gli “spacciatori di certezze” Del Soldà considera l’avventura come “il principale antidoto al conformismo e al dominio dell’Io, come una maniera di proiettarsi “oltre la rete soffocante delle aspettative”, come uno slancio necessario per “illuminare la vita”.

Con questo incontro la rassegna Agosto degasperiano – Custodi del fuocoprosegue il suo percorso indirizzato a esplorare il valore profondo di alcune parole che rappresentano il “fuoco del vivere civile”: parole che, benché ancora presenti nel discorso pubblico, vengono spesso date per scontate o ridotte a slogan incapaci di “scaldare il presente e illuminare il futuro”.

L’evento è a ingresso libero con prenotazione consigliata fino ad esaurimento dei posti disponibili.

È possibile effettuare la prenotazione esclusivamente online attraverso la piattaforma Eventbrite seguendo le indicazioni riportate sul sito della Fondazione www.degasperitn.it.

L’incontro sarà registrato e reso disponibile sul canale youtube della Fondazione.

L’evento è organizzato in collaborazione con Arte Sella.

Nato a Venezia nel 1973, Pietro Del Soldà è autore e conduttore dei programmi di Rai Radio3 Tutta la città ne parla e Zarathustra. Filosofo di formazione, ha completato il dottorato sotto la guida di Umberto Galimberti. Scrive sulla «Domenica» del «Sole 24 Ore» ed è autore di saggi di grande potenza comunicativa, in cui la filosofia si fa incontro con la contemporaneità: Il demone della politica. Rileggendo Platone: dialogo, felicità, giustizia, 2007; Non solo di cose d’amore. Noi, Socrate e la ricerca della felicità, 2018 che gli è valso il premio Biblioteche di Roma 2018 e il premio Alessandro Leogrande 2019; Sulle ali degli amici. Una filosofia dell’incontro, 2020, premio Città delle Rose; e da ultimo nel 2022 il libro La vita fuori di sé. Una filosofia dell’avventura. Per la sua attività radiofonica gli è stato assegnato il premio Flaiano 2018.

Partecipa alla discussione