1700 km in sella: accolti a Ferrara i cicloambasciatori marchigiani diretti a Bruxelles

Ferrara, 12 set – È arrivata a Ferrara ieri sera, e ripartita stamattina dal Castello, la delegazione marchigiana di ciclisti che – in 14 tappe – raggiungerà, nei prossimi giorni, Bruxelles per sensibilizzare le istituzioni europee sui temi della mobilità sostenibile. Ad accoglierli – ieri al negozio di biciclette B12 (via Bologna 115 a/b) – c’era l’assessore Matteo Fornasini, mentre Simone Dovigo della ferrarese Witoor ha accompagnato i ciclisti nel percorso interno al territorio ferrarese. “Ferrara – ha detto Mauro Fumagalli di Marche Bikelife (organizzatore dell’ iniziativa) – è nota per essere la città delle biciclette e arrivando lo si apprezza subito. Ma è anche città di grandi manifestazioni legate alla bici, come la Bike Night, qui nata e poi esportata in altri Comuni. Un territorio che ha grandi potenzialità e tanto ha da offrire. Siamo pronti a portare questo messaggio a Bruxelles”.

Con punte di 150 chilometri al giorno, il tragitto durerà in totale 14 giorni, per un totale di 1.700 chilometri percorsi in bicicletta: “Siamo partiti da Civitanova Marche e a Bruxelles verremo ricevuti dall’europarlamentare Carlo Fidanza (componente italiano della Commissione Turismo e Trasporti del Parlamento europeo), a cui trasmetteremo tutti i messaggi in materia di cicloturismo raccolti da associazioni e cittadini durante il percorso – ha raccontato Carlo Luzi, l’altro cicloambasciatore impegnato nell’impresa -. L’obiettivo è intercettare fondi preziosi da destinare al cicloturismo e alla mobilità sostenibile”.

Fumagalli e Luzi hanno consegnato all’assessore Fornasini una pergamena di ringraziamento a Ferrara. I progetti anche qui sviluppati saranno oggetto di un documento di sintesi con tutte le buone prassi e i temi raccolti. Inoltre, una mostra fotografica documenterà i territori toccati lungo il viaggio sulle due ruote.



Partecipa alla discussione