14 aprile: festival Crossroads – concerto Sarti Big Band a Modena

Concerto di domenica 14 aprile

Modena, La Tenda, ore 21:30

SARTI BIG BAND

Mingus”

Andrea Padovani – voce; Federica Pileggi – voce; Giulietta Nanni – flauto;

Serena Belosi – oboe; Andrea Collamati – sax alto; Enza Scollo – sax alto;

Leonardo Drei – sax tenore, sax soprano; Giacomo Casadio – sax tenore, sax soprano;

Maria Eva Golinelli – sax baritono; Paolo Raineri – tromba; Maurizio Piancastelli – tromba;

Mussa Bagnoli – tromba; Damiano Drei – trombone; Sebastiano Maretti – trombone;

Flavio Casadio – trombone; Gioele Cangini – chitarra; Mirko Camporesi – pianoforte;

Mario Ballardini – contrabbasso; Enrico Andrini – basso elettrico;

Andrea Nannini – batteria

Daniele Santimone e Tiziano Negrello – direzione

Domenica 14 aprile, alle ore 21:30, l’edizione 2024 del festival itinerante Crossroads torna alla Tenda di Modena, con un concerto a tema, dedicato alle fervide musiche di Charles Mingus, eseguite dall’ampio organico della Sarti Big Band diretta da Daniele Santimone e Tiziano Negrello.

Emanazione della Scuola comunale di musica “Giuseppe Sarti” di Faenza, la Sarti Big Band ha preso vita nel 1997 all’interno dei corsi di musica jazz dell’istituto romagnolo, grazie all’impegno di Alfredo Impullitti e Silvio Zalambani. Da allora, l’orchestra, composta da allievi e insegnanti della scuola, con l’aggiunta di alcuni musicisti esterni, si è esibita assieme a ospiti come Steve Grossman, Kenny Wheleer, Gary Bartz, Pierre Favre, Paolo Fresu, Gianluigi Trovesi, Tino Tracanna, Javier Girotto, Fabrizio Puglisi, Stefano Battaglia, Marco Tamburini, Gabriele Mirabassi, Achille Succi… Un’attività che ha fatto di questo ensemble un laboratorio permanente per i giovani musicisti che ne fanno parte, chiamati a confrontarsi sia con i linguaggi dell’improvvisazione che con la musica contemporanea.

La Sarti Big Band è attualmente diretta da Daniele Santimone, docente presso la scuola dal 2001, coadiuvato in questa occasione da un altro membro del corpo insegnante: Tiziano Negrello.

Quanto al programma musicale, si ascolterà un approfondimento monografico dedicato a Charles Mingus, frutto del lavoro svolto all’interno dei laboratori di musica d’insieme della scuola Sarti. In scaletta ci saranno composizioni fondamentali del grande contrabbassista-compositore, arrangiate da alcuni dei suoi più fidi collaboratori quali Sy Johnson e Jack Walrath.

Crossroads 2024 è organizzato come sempre da Jazz Network in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Paesaggio della Regione Emilia-Romagna e con il sostegno del Ministero della Cultura e di numerose altre istituzioni. Il festival vanta il patrocinio di ANCI Emilia-Romagna. Il concerto è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Modena, La Tenda di Modena e l’Associazione Culturale Muse. Biglietti: prezzo intero euro 12; ridotto 10.

Informazioni

Jazz Network, tel. 0544 405666, e-mail: info@jazznetwork.it

website: www.crossroads-it.org – www.erjn.it – www.jazznetwork.it

Indirizzi e Prevendite:

La Tenda, Viale Monte Kosica 95/S.

Biglietteria serale dalle ore 20:30: tel. 338 2273423.

Informazioni e prenotazioni: Jazz Network, tel. 0544 405666 (lun-ven ore 9-13), info@jazznetwork.it. Prevendite on-line: www.diyticket.it, www.crossroads-it.org.





Partecipa alla discussione