1000° Compleanno della Musica con il Concerto del Coro della Pontificia Cappella Sisitina all’Abbazia di Pomposa

Pomposa festeggia domani, venerdì 24 giugno, a partire dalle ore 17, il millesimo compleanno della musica, rendendo omoggio a Guido musico, un giovane monaco, (aveva circa 30 anni),  che nel 1022 si è reso protagonista di una scoperta che ha segnato la storia dell’umanità, quella della notazione musicale. Il Comune di Codigoro ha lavorato in stretta sinergia con l’Arcidiocesi Ferrara-Comacchio, per mettere a punto un programma di eventi, tutti di altissimo livello culturale. La scelta del 24 giugno, non è casuale, perchè il nome delle note è ispirato alle iniziali del primo pezzo dell’inno dei Vespri di San Giovanni, la cui ricorrenza cade proprio domani.

Alle ore 17, il Sindaco Sabina Alice Zanardi, nella cornice del parco abbaziale presenterà, il brand Pomposa Mater Musicae, unitamente a Stefano Pirani, manager di Dinamica Media di Ferrara, azienda incaricata di elaborare il progetto. Il marchio, diverrà il simbolo di promovalorizzazione futura di Pomposa, scrigno di fede, ma anche di storia millenaria, fulcro della crisitanità nel Medioevo, centro propulsore di promozione e diffusione culturale, grazie al lavoro prezioso e minuzioso dei monaci amanuensi. Il progetto di creazione di un brand, è stato voluto dall’Amministrazione Comunale per legare per sempre la figura del monaco Guido, scopritore della musica come l’ascoltiamo ancora oggi al sito storico in cui è sbocciata, l’Abbazia di Pomposa.

Alle ore 18 interverrà il musicologo Angelo Rusconi, tra i massimi esperti della figura del monaco benedettino inventore del tetragramma. Rusconi, musicologo, professore di storia della musica, laureato presso la Scuola di Paleografia e Filologia e Musicale dell’Università di Pavia,  esporrà una relazione dal titolo “Guido Musicus Monaco di Pomposa – Conoscenze attuali e prospettive di ricerca”. Seguirà, alle ore 19, un’apericena.

L’evento clou del Compleanno della Musica è rappresentato dall’esecuzione dei Vespri solenni e dal concerto del Coro della Pontificia Cappella Sistina, che si esibirà, alle ore 20, nella chiesa abbaziale di Pomposa.

Don Paolo Galeazzi,  responsabile della Commissione Liturgica per la Musica Sacra dell’Arcidiocesi Ferrara-Comacchio ed il Vice Sindaco Francesco Fabbri, nel corso della presentazione pomeridiana, illustreranno al pubblico il progetto che racchiude un duplice significato, spirituale e culturale, unico. Il progetto si è reso possibile grazie all’interessamento e alla sensibilità mostrate dall’Arcivescovo, mons. Gian Carlo Perego, che ha assicurato la propria presenza.

Il coro della Pontificia Cappella Sistina, diretto da monsignor Carlos Pavan, è il più antico al mondo, tra quelli in attività, con i suoi 1500 anni di vita. Fanno parte del coro l’organista Josep Solè Coll, 30 cantori adulti  e 30 bambini, i pueri cantores, tutti quanti in arrivo direttamente dalla Città del Vaticano, per esibirsi a Pomposa, in questa eccezionale solennità, che combacia con i Mille anni della scoperta della notazione musicale.

Il concerto è ad ingresso libero e gratuito sino ad esaurimento dei posti a sedere in chiesa.

Analogamente è ad ingresso libero e gratuito l’evento pomeridiano in programma nel parco abbaziale e che comprende la presentazione del brand Pomposa Mater Musicae e la relazione del musicologo Angelo Rusconi.

Desidero rinnovare sentiti ringraziamenti all’Arcivescovo, mons. Gian Carlo Perego, – spiega il Sindaco Sabina Alice Zanardi -, il prof. Rusconi, Don Paolo Galeazzi, Stefano Pirani, il vice sindaco Fabbri, che è anche direttore del Coro di San Martino e tutti coloro che, con il loro impegno e con le loro idee hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto. Ringrazio infine, la società in house della regione Emilia Romagna Lepida (per la connessione su fibra ottica), le associazioni di volontariato per il prezioso supporto assicurato: Pronto Amico, Buonincontro, Nucleo di protezione Civile dell’Associazione Nazionale Carabinieri.”

Partecipa alla discussione